L’importanza dello stretching nell’allenamento!

Lo stretching è un’attività che consiste nell’allungare la muscolatura prima e dopo un sessione di attività fisica in palestra. Praticarlo in maniera costante è utile per aumentare la flessibilità e l’elasticità dei muscoli e dei tendini.

Lo stretching è utile a creare uno stato di preparazione psicofisica che ci aiuta nella prevenzione degli infortuni. Fare stretching prima di un allenamento aumenta la capacità di movimento, aiutando a  prevenire le contratture muscolari e gli eventuali fastidi dovuti allo svolgimento di attività fisica “a freddo”. Migliora anche la capacità di movimento degli arti, che è un aspetto fondamentale per chi pratica sport in cui c’è bisogno di compiere slanci di gambe e braccia, ma è utile anche nella vita di tutti i giorni.

Lo stretching permette inoltre di mantenere giovani le articolazioni, rallentando la calcificazione del tessuto connettivo, quindi è utile anche per attenuare le malattie degenerative come l’artrosi. Con lo stretching diminuisce lo stress fisico e mentale perché diminuisce la pressione arteriosa favorendo la circolazione.

Fare stretching aiuta a  migliorare la postura, questo perché tramite gli esercizi si prende consapevolezza del proprio corpo, migliora di conseguenza la propriocezione, e si tende ad assumere una postura corretta; solitamente, nel caso di postura scorretta si ricorre allo stretching posturale, che ha come obiettivo quello di migliorare la postura.



16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti